Il matwork è L’allenamento a corpo libero che possiamo praticare ovunque e in piena autonomia.

In vacanza, nelle trasferte di lavoro e in tutti i periodi in cui siamo lontani dalle palestre attrezzate, ecco che ci viene in aiuto ciò che abbiamo imparato nei corsi di “matwork”!  Vediamo come:

L’unico attrezzo che ci serve è il nostro corpo, un materassino e 20 minuti di tempo da dedicare a noi stessi per realizzare un efficacissimo allenamento.

Non essendo seguiti da un insegnante, dovremo limitarci agli esercizi che conosciamo bene perchè, come sappiamo, gli errori possono essere dannosi. Se poi abbiamo delle patologie fisiche particolari, dovremo applicare agli esercizi tutte le modifiche che gli insegnanti ci hanno spiegato durante le lezioni o addirittura esaltarne alcuni.

Se abbiamo poco tempo e il nostro livello è di principianti, potremo eseguire la sequenza degli esercizi base (Hundred, Roll up, Leg circles, Rolling like a ball, The stomach series, Spine stretch forward, Teaser e Neck pull) seguita da qualche esercizio in postura eretta scelti tra gli Arm weights e il Magic circle. Questa sequenza ci permetterà di mantenere “vivo” il nostro centro del corpo dedicando solo pochi minuti al giorno.

Se siamo esperti e abbiamo una buona conoscenza del metodo, possiamo aggiungere alla sequenza base qualche esercizio intermedio o avanzato tra quelli che sono più utili per il nostro fisico o che ci piacciono di più!

Conoscendo bene gli esercizi, potremo dedicare la nostra attenzione sul ritmo e la fluidità di esecuzione, riducendo le pause tipiche delle fasi di apprendimento, realizzando così una allenamento intenso, rapido e divertente.

In questo modo manterremo una ottima forma fisica di base e saremo pronti a riprendere corsi e lezioni nel modo migliore.

Pilates stesso consigliava di praticare in autonomia gli esercizi una volta imparati, per poi ritornare da lui ad apprenderne dei nuovi.

Buon matwork a tutti!