Lezione individuale

Per seguire al meglio le necessità della persona, utilizza tutti gli attrezzi previsti dal metodo. — leggi di più…

Lezione di gruppo

In gruppi di due o più persone, a corpo libero e con l’utilizzo del materassino. — leggi di più…

Lezione a domicilio

Singola o in gruppo, per privati o aziende, a corpo libero con l’utilizzo del materassino.
leggi di più

 

Lezioni individuali

La caratteristica che rende particolarmente efficace il metodo Pilates è la possibilità di adattarlo a tipologie di persone molto diverse tra loro, così come a persone con problemi fisici di varia natura.

Si comprende quindi facilmente che la lezione singola è quella da cui la persona trae i maggiori benefici nel minor tempo possibile. L’istruttore può scegliere attentamente gli esercizi più adatti, assistere e supportare attivamente la persona in ogni fase dell’esercizio e adottare tutte le  le modifiche indispensabili nei casi di problematiche fisiche.

Consiglio quindi vivamente a chiunque si vuole avvicinare al metodo per la prima volta, specialmente se ha problemi fisici,  di farlo attraverso un ciclo di lezioni singole per poter partecipare in seguito anche a lezioni di gruppo in totale sicurezza.

Nella lezione singola si ha la possibilità di utilizzare tutti gli attrezzi originali ideati da Joseph Pilates per l’insegnamento del suo metodo: la “Universal Reformer,” la “Cadillac”, la “Wunda Chair”, la “High Chair”, il “Large Barrel”, lo “Small Barrel”, lo “Spine Corrector” ed il “Pedi-Pole, oltre ai piccoli attrezzi come il “Magic Circle” il “Foot Corrector”.

Il metodo viene insegnato gradualmente secondo una precisa sequenza di esercizi che vengono progressivamente introdotti da un livello base verso un livello avanzato; dapprima si ricerca il rinforzo del centro del corpo e si inizia a ridare flessibilità e mobilità alla colonna vertebrale, in seguito si progredisce per dare controllo e coordinazione al movimento, per arrivare infine ad eseguire tutti gli esercizi con armonia e massima fluidità.

Ogni esercizio ha un obbiettivo ben specifico ed è stato attentamente studiato per avere al tempo stesso una fase di rinforzo e una di mobilizzazione ed allungamento. La sequenza, le transizioni ed il ritmo con cui si insegnano gli esercizi è molto importante e sviluppa col tempo un modo di muoversi preciso, armonico e fluido.

La lezione generalmente inizia sulla Universal Reformer, l’attrezzo principale, costituito da un carrello mobile, ancorato ad una struttura rigida mediante delle molle a resistenza variabile che vengono azionate dalla persona mediante apposite cinghie. Nel seguito della lezione, oltre alla Universal Reformer, si utilizzano anche altri attrezzi e si eseguono alcuni esercizi a corpo libero seguendo le necessità e caratteristiche fisiche della persona.

Se si pensa che solamente sulla Universal Reformer sono possibili un centinaio di esercizi e se si aggiungono anche quelli possibili sugli altri attrezzi ed a corpo libero, si arriva a sfiorare i 500 esercizi complessivi, una varietà che garantisce a chiunque infinite possibilità di allenamento e margini di miglioramento!

Lezione di gruppo

Vi è una parte del metodo, il cosiddetto “matwork”, che può essere insegnato anche in gruppo.

 

Consiste in una ampia serie di esercizi che si svolgono a corpo libero su un comune materassino, senza la necessità di utilizzare i grandi attrezzi che sono previsti nelle lezioni singole. Di conseguenza, dopo averlo ben imparato, lo si potrà praticare anche da soli, in casa o dove più ci piace, per mantenerci sempre in forma in modo autonomo nei periodi in cui non è possibile seguire i corsi.

È tutt’altro che facile da imparare anzi, rappresenta una grossa sfida, in quanto l’allievo è “solo” con il proprio corpo, senza nessun attrezzo che lo guida, e deve comprendere ed eseguire esercizi che richiedono notevole concentrazione.

L’istruttore spiega alla classe gli esercizi ed assiste a turno gli allievi, utilizzando gli stessi principi e metodi tipici delle lezioni individuali; la sostanziale differenza è che la persona deve gestire autonomamente il suo corpo.

È quindi comprensibile che, nel caso di dolori o problemi fisici, sia consigliabile iniziare con un ciclo di lezioni individuali per poi poter passare a quelle di gruppo con tranquillità. Ogni caso viene comunque valutato attentamente prima di iniziare.

Durante le prime lezioni si apprendono i principi di base mentre si inizia a rinforzare e mobilizzare il corpo; in seguito si intensifica il lavoro, introducendo sempre nuovi esercizi, portando gradualmente l’allievo ad acquisire coordinazione, controllo e fluidità nel movimento. Se praticato con regolarità, il metodo darà grandi soddisfazioni, benessere e cambiamenti nel proprio fisico.

Non da ultimo, la lezione di gruppo è stimolante in quanto da modo di potersi confrontare con altre persone e, perchè no, da una ottima occasione per socializzare!

Lezione a domicilio

La parte del metodo Pilates che si insegna a corpo libero, il cosiddetto “matwork”, non necessita dei grandi attrezzi che si usano nelle lezioni individuali, ma di un solo tappetino per partecipante, pertanto ben si presta ad essere insegnata in qualunque luogo abbia uno spazio libero sufficientemente grande da contenere il numero di partecipanti.

Ad esempio, si possono svolgere corsi di gruppo in aziende sfruttando le pause di lavoro, permettendo così ai dipendenti di avere un momento di svago ed allenamento fisico, che sicuramente porta benefici alla loro quotidiana attività lavorativa in quanto allevia enormemente i fastidi alla colonna vertebrale tipici dei lavori sedentari, dà stimoli mentali che permettono di staccare dal lavoro e permette a lavoratori provenienti da diversi reparti aziendali di conoscersi e socializzare.

Un altro caso in cui la lezione a domicilio rappresenta una valida soluzione è quello in cui la persona, o le persone, non possano agevolmente spostarsi per raggiungere uno studio Pilates per le più svariate ragioni; anzianità, orari lavorativi incompatibili con i corsi in studio, o semplicemente perchè si preferisce la comodità di essere raggiunti dall’istruttore in un ambiente più congeniale.

Tecnicamente le lezioni seguono la modalità descritta nella sezione “lezione di gruppo” delle mie proposte, che potete consultare per maggiori informazioni.

Quindi organizzate voi lo spazio, il gruppo e gli orari che preferite e si potrà concordare l’inizio del corso!